Il programma delle manifestazioni

Domenica 14 febbraio: “Carnevale in Maschera”
Domenica 21 febbraio: “Carnevale Medievale”

  • Ore 14,30: Centro espositivo St.Art
    Partenza del corteggio dei gruppi dei borghi di: Borgo Antico, Calenzano Donnini, Sommaia San Niccolò, Carraia, Le Croci, La Fogliaia, Legri, Nome Di Gesù, Settimello
    Con la partecipazione straordinaria del Gruppo Storico e degli sbandieratori della Compagnia dell’Orso di PistoiaOre
  • 15,00: P.zza Vittorio Veneto
    Saluto alla “Voce”
  • Ore 15,00: Giardino del Castello di Calenzano Alto
    Il Gruppo didattico di ricostruzione storica del Museo del Figurino Storico proporrà giochi di abilità (adattamento di giochi storici) in abbigliamento storico. Collaboreranno anche i membri delle associazioni “Limes Temporis” e “Sport, Cinema e Storia”
  • Ore 15,30: Castello di Calenzano Alto
    Saluto al pubblico intervenuto
    Inizio dei Giochi di abilità per la conquista del trofeo della “Torre d’Oro”
  • Ore 16,30: Castello di Calenzano Alto
    Premiazione del Borgo vincitore
    Consegna del premio “L’oro di Calenzano” (olio del Comprensorio)
    Consegna del premio assegnato dal giornale Metropoli “La stella filante d’oro”
    Benedizione del Fuoco
  • Ore 17,30: Piazza Vittorio Veneto
    Rogo di “Re Carnevale
  • Ore 18,30: “Incendio al castello”
    Giochi pirotecnici illuminanti dell’Antica Bottega degli Artefizi del Soldi di Figline Valdarno.

Per le strade del Borgo Antico di Calenzano Alto e del centro cittadino nel pomeriggio saranno allestiti banchi di mercanzie, prodotti artigianali, del territorio, giocolerie e attrazioni per bambini.

In caso di maltempo la manifestazione verrà rinviata a domenica 28 febbraio.


Comunicato Stampa per il Carnevale in Maschera

Un laboratorio ludico per i bambini

Con il Patrocinio del Comune e l’organizzazione dell’Associazione Turistica di Calenzano, domenica 14 febbraio a partire dalle ore 15 un coloratissimo Carnevale invaderà le vie del centro cittadino per quella che è l’ultima domenica della festa più pazza dell’anno.

Infatti, fino dalle ore 10 del mattino, complice un grande mercato con ogni genere di merce allestito per le vie del paese, accoglierà fino dalle prime ore del pomeriggio tante mascherine, che si riverseranno per strada in un corteo multicolore con l’immancabile tiro di coriandoli e stelle filanti. Anche i grandi saranno coinvolti in questa kermesse carnevalesca dove tutto è consentito, con una fusione di travestimenti davvero sorprendente.

Nel Centro espositivo ST.ART di Via Garibaldi, poi, ci sarà un laboratorio – ludoteca per costruirsi la maschera o l’abbigliamento da Carnevale, con sorprese e giochi per tutti i bambini che interverranno.

Domenica 21 si replica con il grande e unico Carnevale Medievale italiano per la conquista della Torre d’oro e la partecipazione di tutti i Borghi di Calenzano in un corteo che raggrupperà oltre 500 figuranti.

Comunicato Stampa per il Carnevale Medievale

CARNEVALE MEDIEVALE 2010 AL CASTELLO DI CALENZANO ALTO (FI) il 21 febbraio per la conquista della Torre d’Oro. 400 partecipanti da tutti i borghi del Comprensorio.
L’unico Carnevale italiano di pace senza ‘botti’ e schiume.
Alle 18 l’incendio del Castello

Con il Patrocinio e il contributo del Comune di Calenzano e l’organizzazione dell’Associazione Turistica di Calenzano, torna anche quest’anno l’immancabile appuntamento con il tradizionale Carnevale Medievale, in programma domenica 21 febbraio al Castello di Calenzano Alto.

Sarà un evento che vedrà coinvolte tutte le frazioni del territorio: Sommaia, Settimello, Legri, Borgo Antico, Carraia, Nome di Gesù, Donnini, le Croci, La Fogliaia, che si ritroveranno con i propri gruppi per un corteggio e per la disputa di giochi di origine antica per la conquista del palio della “Torre d’Oro”. Il Sindaco di Calenzano Alessio Biagioli e Saverio Carmagnini, Presidente dell’Associazione Turistica di Calenzano, hanno messo a punto il ricco programma insieme ad Agostino Barlacchi, chiamato per il secondo anno consecutivo nel ruolo di Direttore artistico e regista dell’evento, dove i grandi e, soprattutto, i bambini saranno protagonisti.

Il coinvolgimento dei Borghi di Calenzano, che parteciperanno con i propri gruppi storici al corteggio, culminerà nella disputa dei giochi di origine antica per la conquista dell’ambito riconoscimento della “Torre D’Oro”, della quale è detentore uscente il Gruppo di Sommaia S. Niccolò, vincitore dell’edizione 2009

La macchina del tempo si accenderà già dal mattino, quando un araldo inviterà il popolo alla tenzone del pomeriggio, riportando il pubblico indietro di oltre sette secoli. Alle 14 un lungo corteo attraverserà le vie del centro cittadino, fino a Piazza del Comune, dove si renderà omaggio al grande fantoccio di “Re Carnevale”, che a sera verrà incendiato.

Poi tutti al Castello di Calenzano Alto e qui, nella impareggiabile cornice delle antiche mura, banchi stracolmi di mercanzie, giochi, prodotti locali e artigianali attenderanno il saluto degli oltre 400 figuranti in costume, ricreati per l’occasione dalle mani di abili sarte.

Solo a questo punto si darà inizio ai quattro giochi: la pentolaccia, il gioco della palla nel cerchio, la spada dei ferri di cavallo e la corsa nei sacchi. Il punteggio di queste prove decreterà il borgo vincente.

Fra duelli, sbandieratori, dame, pulzelle soldati, squilli di chiarine e rulli di tamburo il Castello si animerà di suoni, colori e riflessi in una magica atmosfera di altri tempi. Seguirà poi la benedizione del fuoco, che verrà portato con le torce da tutti i gruppi di ritorno dal Castello verso Calenzano.

Al termine verranno estratti a sorte 3 premi, consistenti nell’ORO DI CALENZANO, ovvero l’olio di questo territorio, con 50 litri al primo, 30 al secondo e 10 al terzo.

Questo Carnevale, tra l’altro, vuole essere ricordato e contraddistinto come l’unico a lanciare un grande messaggio di pace e fraternità. Infatti saranno banditi i “botti”, usanza inutile, anche per ricordare che purtroppo nel mondo di “esplosioni” vere ce ne sono già troppe, con tante guerre e guerriglie in atto, oltre a schiume e gli altri atti di violenza. Saranno ammessi solo coriandoli e stelle filanti, veri simboli del Carnevale. E anche se i “botti” saranno banditi, sarà una manifestazione scoppiettante di successo, sulla scia dello scorso anno. Gli ingredienti saranno l’amicizia, la fraternità e la tranquillità, con giochi semplici, ma spettacolari, che si rifanno all’Antico Medioevo.

Alle 17.30 il corteggio farà rientro a Calenzano, dove verrà incendiato da tutti i gruppi il fantoccio di Re Carnevale, in segno di fine delle feste e arrivo del periodo Quaresimale. Alle 18 una grande sorpresa accoglierà il pubblico intervenuto con “L’incendio del Castello”. Cascate e spruzzi scintillanti di giochi pirotecnici daranno vita all’idea di un vero incendio delle mura in una magica atmosfera sospesa tra sogno e realtà.